L'albero monumentale di Ozzano dell'Emilia

Non tutti sanno che Ozzano Emilia è la dimora di uno degli alberi monumentali riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Andiamo a scoprirlo!

Questo non è proprio un percorso, come la maggior parte degli altri articoli, ma più un consiglio per una visita. Poi naturalmente si può approfittare per fare una bella passeggiata e più avanti daremo qualche suggerimento.

Per scoprire tutti gli “Alberi Monumentali” d’Italia, riconosciuti dal Ministero, potete partire da questo link preso proprio dal sito del Ministero: https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/11260 Sempre dallo stesso sito potete anche scaricare liberamente un libro in PDF con dati, notizie e fotografie di molti di questi alberi e una bella introduzione, anche normativa, su questo catalogo (spoiler: nel libro non viene citato l’albero di cui parliamo in questa pagina).

Descrizione e suggerimenti per itinerari

Più che un’itinerario vogliamo svelare, a chi ancora non la conosce, l’ubicazione di questa bellissima quercia. Per chi abita a Ozzano è facilissimo: l’albero è situato dietro la facoltà di veterinaria, direzione piscina. Non è chiarissimo se la via sia Via Pertini o Via dei Billi, in ogni caso in 3-4 minuti di cammino lo si può raggiungere, partendo dal grande caseggiato noto come “lo studentato” anche se non è certo abitato solo da studenti, e prendendo la strada bianca che costeggia il retro della facoltà di veterinaria, ortogonalmente alla parte asfaltata di Via Pertini. Per qualsiasi dubbio, potete fare riferimento alla mappa sottostante.

Questo imponente albero, altro non è che una semplice e comune Roverella (una quercia, Quercus pubescens Willd. in particolare), come tanti altri bellissimi esemplari che abbiamo sparsi per il territorio, ma questa ha una maestosità che ha dell’incredibile. Svetta da terra per più di 20 metri ed ha una circonferenza di quasi 4 metri e mezzo!

I grandi rami I rami principali di questa quercia potrebbero essere tronchi a loro volta

I rami che partono dal tronco non sfigurerebbero come alberi a se stanti. Le foto non le danno completa ragione: se non ci siete mai stati di persona, andate a visitarla. Ogni volta mi soffermo a pensare che ha passato due guerre mondiali e chissà cos’altro, da inverni gelidi a estate torride, ma lei è li, è li da prima di noi e le auguro di essere li per molto più tempo di noi 😃

Se volete unire la visita a questo albero monumentale ad una passeggiata ci sono due opzioni principali (e classiche per chi abita ad Ozzano, ma se esplorate un po' la zona ne trovate facilmente altre):

  • circumnavigare la facoltà di Veterinaria, sfruttando prima una piacevole cavedagna, con attraversamento del Centonara, e poi una pista ciclopedonale (itinerario indicato con tratto continuo nella mappa)
  • sfruttare il parco adiacente la piscina per compiere un’anello e rientrare attraverso pista ciclopedonale (itinerario indicato in tratteggio nella mappa)
  • compiere un doppio anello ad 8 unendo i due percorsi qui sopra ^_^

Mappa OpenStreetMap

Scarica itinerario in formato GPX o KML

I file in formato GPX o KML sono forniti a scopo di consultazione. Raccomandiamo di consultare la mappa e di studiare il percorso prima di intraprenderlo. Non fidatevi solo dei mezzi elettronici. Cartina e bussola sono ottimi strumenti da portarsi dietro durante le escursioni.

Download file GPX.

Download file KML.

Benno Written by:

... un appassionato delle colline ozzanesi